Allegato n° 2

RISOLUZIONE CONSENSUALE
(Art. 17 – C.C.N.L. Dirigenza 1998/2001 – sottoscritto il 23 dicembre 1999)
 
 

Art. 1
Richieste di risoluzione del rapporto di lavoro

  1. Ai sensi di quanto disposto dall’art. 17 del C.C.N.L. sottoscritto il 23 dicembre 1999, i dipendenti dell’Amministrazione Comunale inquadrati nella qualifica dirigenziale, possono presentare domanda per chiedere la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro con il Comune di Firenze.
  2. La domanda di risoluzione del rapporto di lavoro deve essere redatta in carta semplice, utilizzando apposito modello, ed inoltrata presso l’Ufficio Protocollo dell’Archivio Generale o tramite raccomandata A. R..
  3. Per i dirigenti in possesso dei requisiti richiesti, la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro può essere richiesta anche dall’Amministrazione Comunale, compatibilmente con le proprie esigenze organizzative e con la disponibilità della dotazione organica. In caso di rifiuto del dirigente lo stesso rimarrà nell’incarico già assegnatogli sino alla scadenza riportata nell’atto d’assegnazione, salve le possibilità di revoca dell’incarico previste dal regolamento.
  4. La revoca della domanda è ammessa fino a quando l’Amministrazione non ha assunto il provvedimento di accoglimento della richiesta di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro; detto provvedimento deve essere comunque adottato entro 60 giorni dalla presentazione della domanda.
  5. La revoca è inoltre ammessa se entro il termine di esecutività dello stesso provvedimento intervengono, a livello nazionale, cambiamenti significativi della normativa di carattere previdenziale che possano influire in maniera negativa sul possesso dei requisiti necessari per il raggiungimento del diritto a pensione o sulla determinazione dell’entità del trattamento pensionistico.

 

Art. 2
Requisiti necessari per la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro

  1. La richiesta della risoluzione consensuale del rapporto di lavoro può essere effettuata dai dirigenti comunali con contratto di lavoro a tempo indeterminato, che alla data di cessazione dal servizio possano far valere una anzianità di almeno 5 anni di servizio, nella qualifica dirigenziale e che non abbiano compiuto i limiti di età previsti dalla vigente normativa o dal Regolamento Organico per il collocamento a riposo.

 

Art. 3
Limitazioni

  1. I dirigenti comunali che usufruiranno della risoluzione consensuale del rapporto di lavoro non potranno essere riassunti in servizio a nessun titolo ne potranno essere richieste loro prestazioni di tipo professionale.
  2. La risoluzione consensuale del rapporto di lavoro non sarà ammessa per quei dirigenti che abbiano già maturato i requisiti necessari per la pensione di vecchiaia (limiti di età o anzianità contributiva previsti dalla normativa o dal Regolamento Organico).

 

Art. 4
Indennità Supplementare

  1. I dirigenti che, in possesso dei requisiti prescritti, accederanno alla risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, hanno diritto ad un’indennità supplementare nel rispetto di quanto indicato dall’art. 17 del C.C.N.L..
  2. L’importo lordo dell’indennità supplementare viene determinato moltiplicando i seguenti fattori riferiti a:

 

Art. 5
Corresponsione dell’indennità supplementare

  1. L’indennità supplementare viene corrisposta ai dirigenti aventi titolo, in un’unica soluzione, il 6° mese successivo a quello in cui è avvenuta la cessazione dal servizio.
  2. Non si applica alla presente procedura la normativa sul preavviso prevista dal C.C.N.L. .


Art. 6
Verifica periodica

  1. L’Amministrazione Comunale Provvederà periodicamente, di concerto con le Organizzazioni Sindacali, alla verifica sull’applicazione di tale istituto.


-----oooOooo-----


TABELLA DELLE MENSILITA’ DI RETRIBUZIONE DA ASSEGNARE PER LA DETERMINAZIONE DELL’INDENNITA’ SUPPLEMENTARE


 
 
 
IN BASE ALL’ETA’ ANAGRAFICA
IN BASE ALL’ANZIANITA’ PENSIONABILE
mensilità
mensilità
Fino a 57 anni 
12
Fino a 35 anni 
12
Da oltre 57 anni a 58 anni 
11
Da oltre 35 anni a 36 anni 
11
Da oltre 58 anni a 59 anni
10
Da oltre 36 anni a  37 anni  
10
Da oltre 59 anni a 60 anni 
9
Da oltre 37 anni a  38 anni  
9
Da oltre 60 anni a 61 anni
8
Da oltre 38 anni a  39 anni  
8
Da oltre 61 anni a 62 anni
7
Da oltre 39 anni a  40 anni  
7
Da oltre 62 anni a 63 anni
6
   
Da oltre 63 anni a 64 anni 
5
   
Da oltre 64 anni a 65 anni 
4