DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA TOSCANA n° 130 del 29.03.2000: Art. 17, comma 2, della Legge 8.6.1990 n. 142 come modificato dalla legge 3.8.1999 n. 265. Delimitazione territoriale dell’area metropolitana di Firenze, Prato e Pistoia.

 

IL CONSIGLIO REGIONALE

 

VISTO l’art. 17, comma 2 della legge 8.6.1990 n. 142 come modificato dalla legge 3.8.1999 n. 265.

CONSIDERATO che tale articolo prevede che è considerata Area Metropolitana, tra l’altro, la zona comprendente il Comune di Firenze e gli altri Comuni i cui insediamenti abbiano con esso stretti rapporti di integrazione territoriale e in ordine alle attività economiche, ai servizi essenziali, alla vita sociale nonché alle relazioni culturali e alle caratteristiche territoriali;

CONSIDERATO altresì che lo stesso articolo impegna la Regione a procedere alla delimitazione territoriale dell’Area Metropolitana, su conforme proposta degli enti locali interessati, dettando a tal fine un termine, trascorso il quale il Governo può esercitare il potere sostituivo;

PRESO ATTO che il suddetto termine scade il 21 febbraio 2000;

VERIFICATO che ai fini della delimitazione sono stati attivati numerosi incontri con le Amministrazioni Provinciali di Firenze, Prato e Pistoia nonché con i Comuni capoluogo delle suddette province e che nel corso di tali incontri è emersa l’unanime volontà di procedere alla individuazione dell’Area Metropolitana Fiorentina nei terrori di tali Province;

CONSIDERATO altresì che le medesime Province si sono fatte promotrici, unitamente ai Comuni capoluogo, di verificare con i Sindaci delle altre Amministrazioni Comunali interessate il consenso alle ipotesi di delimitazione dell’Area Metropolitana Fiorentina, come sopra precisato;

VERIFICATO che la delimitazione suddetta è conforme ai criteri di integrazione previsti nella stessa legge 142/90, come del resto risulta dagli stessi atti di pianificazione regionale, tra cui in particolare lo schema strutturale approvato con Deliberazione del Consiglio Regionale n. 212/90, nonché il Piano di Indirizzo Territoriale approvato con Deliberazione Consiliare n. 12 del 25.1.2000, che all’art. 46, comma 2, individua quale ambito metropolitano i territori delle province di Firenze, Prato, Pistoia;

VISTI gli ordini del giorno approvati dai Consigli delle tre Province interessate nonché le adesioni alla suddetta ipotesi approvate dai Consigli dei Comuni Capoluogo;

VERIFICATO che la delimitazione dell’Area Metropolitana è finalizzata al coordinamento delle attività di programmazione e pianificazione degli enti che ne fanno parte, secondo forme e modalità che dovranno essere concertate dagli enti medesimi;

PRESO ATTO che tale processo finalizzato alla integrazione delle politiche di intervento delle Province e dei Comuni interessati, nonché delle Comunità Montane e del Circondario Empolese Val D’Elsa dovrà trovare riferimento in apposito documento programmatico elaborato dagli stessi enti, il cui preliminare riferimento è comunque costituito dalla delimitazione dell’Area, conformemente alla legislazione vigente;

RITENUTO, in applicazione di quanto previsto all’art. 17, comma 2 della legge n. 142/90 e in conformità all’impegno regionale a promuovere i processi cooperativi e integrativi delle varie realtà locali, di aderire alla proposta delle Amministrazioni Provinciali di Firenze, Prato, Pistoia e dei comuni capoluogo;

DELIBERA

- l’Area Metropolitana Fiorentina di cui all’art. 17, comma 2 della legge 8.6.1990, n. 142 come modificato dalla legge n. 265/1999 è costituita dall’intero territorio delle province di Firenze, Prato e Pistoia;

- nell’ambito dell’Area Metropolitana gli enti locali interessati promuoveranno, d’intesa tra loro, le opportune forma di cooperazione e integrazione.

Di pubblicare sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana il presente atto, ai sensi dell’art. 2, comma 3, della L.R. 15 marzo 1996, n. 18 "Ordinamento del B.U.R.T. e norme per la pubblicazione degli atti".


Pagina a cura di Fabio Totaro
Data di verifica/aggiornamento: 06-09-2005

 

home